Se anche tu sei costantemente in lotta contro gli odori della cucina, queste righe fanno per te.

Se anche tu sei costantemente in lotta contro gli odori della cucina, queste righe fanno per te.
Cominciamo dal frigo dove, in ogni caso, è consigliabile tenere quei cibi più “aggressivi”, come i formaggi, chiusi dentro appositi contenitori Ermetici.

Per assorbire gli odori, un rimedio spesso adottato consiste nel sistemare in un angolino un bicchiere con un dito di aceto o di bicarbonato.
Se invece sei alle prese con taglieri o piatti, il tuo alleato è il limone: taglialo a metà e strofinalo sulle superfici più refrattarie, poi risciacqua abbondantemente. Lo stesso limone, inserito in lavastoviglie, garantisce al termine del lavaggio piatti perfetti e profumati e un elettrodomestico che profuma di agrumi.

Per eliminare invece gli odori lasciati dal cibo, le tecniche interessanti sono numerose. Per esempio: un boccone di pane raffermo nell’acqua di cottura assorbe l’odore di cavolo o broccolo, lasciando intonsa l’aria della cucina.

Ancora: per eliminare dalle mani l’odore di pesce, aglio o cipolla, basterà lavarle non con acqua e sapone, ma con una miscela di olio e aceto: provare per credere!