Nel bergamasco, tra i primi territori colpiti dal Covid, i ricercatori di Gio’Style hanno sviluppato una soluzione al problema del trasporto dei vaccini

Dall’area ricerca e sviluppo della storica azienda di Urgnano arriva il PortaVaccino per il trasporto sicuro delle dosi anti-Covid, nel rispetto delle basse temperature necessarie e degli standard imposti da importanti organizzazioni sanitarie come
WHO – World Health Organization

 

Urgnano, 17 dicembre 2020 – In uno scenario ancora di emergenza pandemia, ma in cui si prospettano finalmente le prime soluzioni in materia di vaccini, resta alto il problema del trasporto delle dosi a temperature basse per garantirne l’efficacia. Un rischio a cui si potrebbe andare incontro durante la distribuzione programmata per i prossimi mesi e a cui Gio’Style, il marchio italiano con sede ad Urgnano (BG), da sempre vicino al territorio già duramente colpito dal virus, ha risposto mettendo a disposizione la propria area di ricerca e sviluppo e la propria esperienza nel settore. I ricercatori hanno così sviluppato un sistema per il trasporto sicuro e agevole dei vaccini anti-Covid 19, in grado di garantire una temperatura interna compresa tra i -80°C ed i -70°C e rispettare le regole per la movimentazione dei vaccini definite dalle case farmaceutiche.

Il PortaVaccino di Gio’ Style, frutto di una storia aziendale lunga 70 anni, è inoltre conforme agli standard imposti da importanti organizzazioni sanitarie mondiali come WHO – World Health Organization, ha superato i rigorosi test di laboratorio ed è ora disponibile sul mercato nel canale professionale sanitario (per i produttori di vaccini, strutture ospedaliere, ATS territoriali, ecc.).

Per quanto riguarda le caratteristiche, riempito di ghiaccio secco, in ambiente di +32°C garantisce una performance termica di 26 ore, con una temperatura interna compresa tra i -80°C ed i -70°C. A queste, si possono aggiungere altre 42 ore con una temperatura interna compresa tra i -70°C ed i +5°C.